TUTELA DEL CONCEPIMENTO
www.virginialalli.com
Le legislazioni che tutelano la vita del bambino non nato e a partire dal concepimento.  Il preambolo della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia del 1989 ratificato da 193 stati afferma  che “Il fanciullo, a causa della sua mancanza di maturità fisica ed intellettuale necessita di una protezione e  di cure particolari, ivi compresa una protezione legale appropriata, sia prima che dopo la nascita”.  La Costituzione irlandese, all’art. 40, terzo comma, afferma: “Lo Stato riconosce il diritto alla vita del  bambino non nato e, con la dovuta considerazione per il pari diritto alla vita della madre, garantisce nelle  sue leggi il rispetto, e nella misura del possibile, tramite le sue leggi, la difesa e la rivendicazione di tale  diritto”. La Costituzione interamericana dei diritti umani prevede all’art. 4 che la vita ha inizio dal concepimento e  stabilisce che: “Ogni persona ha diritto al rispetto della propria vita. Tale diritto è protetto dalla legge e, in  generale, è tutelato a partire dal momento del concepimento”.  Nell’aprile 2013 il Kansas negli Stati Uniti d’America ha approvato una legge anti-abortista che dichiara che  la vita umana inizia al momento della fertilizzazione: “The life of each human being begins at fertilization;  ("Fertilization" means the fusion of a human spermatozoon with a human ovum.) "Unborn children" or  "unborn child" shall include all unborn children or the offspring of human beings from the moment of  fertilization until birth at every stage of biological development”.  La legge garantisce al nascituro gli stessi diritti delle altre persone, cittadini residenti nello Stato. “Unborn  children have interests in life, health and well-being that should be protected”.  Firmata il 19 aprile dal governatore dello Stato, la legge diventerà efficace il primo luglio 2013.  Il North Dakota in marzo 2013 ha approvato due testi di legge che devono essere firmati dal Governatore  dello Stato per diventare pienamente efficaci. Il primo testo vieta le interruzioni volontarie di gravidanza "for  sex selection or genetic abnormalities", mentre il secondo prevede una sanzione penale per il medico che  interrompa una gravidanza dopo che il battito cardiaco del feto sia rilevabile (5/6 settimane dopo il  concepimento). E' stata approvata inoltre una risoluzione che rimetterà agli elettori la possibilità di decidere  nel 2014 se inserire nella Costituzione dello Stato una previsione che identifichi il momento dell'inizio della  vita con il concepimento: "Human being" means an individual living member of the species of homo sapiens,  including the unborn human being during the entire embryonic and fetal ages from fertilization to full  gestation”.  "Unborn child" means the offspring of human beings from conception until birth”.  Tale trend legislativo è in linea con quanto sostenuto dalla comunità medico-scientifica: la vita dell'essere  umano comincia al concepimento ed è un continuum sia dentro che fuori dall'utero materno fino alla morte.  Il Dr. Jerome Lejeune scoprì che dal concepimento è presente un DNA unico e irripetibile, con sue proprie  caratteristiche, distinto da quello del padre e della madre.  La Dr.ssa Roth, dell'Harvard University Medical School ha affermato: “E’ scientificamente corretto affermare  che la vita umana individuale inizia al concepimento, quando l'ovulo e lo spermatozoo si uniscono formando  lo zigote, e che questa creatura umana in sviluppo è un membro della nostra specie in tutti gli stadi della sua  vita».  Il dott. Landrum Brewer Shettles: “Non è una questione politica o di fede ma di scienza”.